Dr. Gaetano Zanoli

Piano del colore

settembre 14, 2016GaetanoNews

E’ stato approvato, nella seduta del Consiglio Comunale di Concordia sulla Secchia del 12 luglio 2016, il nuovo PIANO DEL COLORE del Centro Storico, redatto dallo studio Zanoli.

L’Amministrazione Comunale di Concordia ha ritenuto che un processo globale ed armonico di rilancio dopo il disastroso terremoto del 2012 non potesse fare a meno degli strumenti urbanistici messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, quali il Piano della Ricostruzione – secondo la L.R.16/2012 – ed anche di un Piano del Colore quale suo idoneo corollario. Lo studio Zanoli ha sposato in pieno tali obiettivi, condividendoli e perseguendoli con un metodo di lavoro pragmatico e concreto, seppure dotato dei necessari presupposti teorici.

Nel cercare la qualità urbana anche attraverso la percezione del colore, vi è la convinzione che un approccio corretto ed un’attenzione consapevole al contesto in cui si vive generano un ambiente gradevole e dimostrano un’affezione ai luoghi, positiva per chi li vive quotidianamente. Sviluppare nei cittadini di Concordia un profondo legame col proprio centro storico sarà di stimolo alla sua salvaguardia per garantirne una piena riappropriazione, evitando che il risultato della ricostruzione si traduca di fatto in uno snaturamento incontrollato delle caratteristiche storico-architettoniche ed ambientali dello stesso.

]

 

Recupero e miglioramento sismico del Municipio storico di S.Felice sul Panaro

settembre 1, 2015GaetanoNews

image

E’ stato assegnato ad un raggruppamento di professionisti, comprendente lo studio Zanoli, la Cooprogetti di Pordenone ed il dr.Alessandro Maccaferri, l’importante incarico di redazione del progetto preliminare-definitivo-esecutivo e direzione lavori per l’intervento di pieno recupero, con parziale ristrutturazione e miglioramento sismico, della sede municipale di S.Felice sul Panaro, fortemente danneggiata dal terremoto del maggio 2012 e tuttora inagibile.

Ad oggi sono state già fatte accurate analisi con rilievo dello stato di fatto, l’analisi storico-critica, la mappatura dei danni, la ricostruzione dell’organismo strutturale, oltre a diversi incontri con l’Ufficio tecnico Comunale, gli Amministratori ed i dirigenti per stendere criteri funzionali di riordino delle destinazioni d’uso.
Alcune funzioni non torneranno nella sede storica (ad esempio, gli uffici tecnici ed i servizi sociali, che rimarranno nella nuova sede di piazza Italia), mentre troveranno posto nuovi spazi e funzioni che incentivino il rapporto aperto e diretto con la cittadinanza e la massima trasparenza ed accessibilità.
E’ già pressoché pronta una proposta progettuale preliminare che sarà posta nel mese di settembre al vaglio del Comune e della Regione, che finanzia parzialmente l’opera, nonché alla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Culturali.

 

MUNICIPIO DI MARANELLO VIA AL PROGETTO DI MIGLIORAMENTO SISMICO

dicembre 20, 2013GaetanoNews

Lo studio Zanoli ha ricevuto l’incarico da Maranello Patrimonio s.r.l.,  società che gestisce gli immobili del Comune di Maranello, di redigere il progetto e di fare la direzione dei lavori per il miglioramento sismico della sede municipale, situata nella centrale piazza Libertà.

L’edificio è stato costruito nel 1939, in pieno ventennio fascista, e ne riporta le caratteristiche architettoniche, essendo inoltre vincolato dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Bologna. Esso è stato ampliato negli anni ’70 e successivamente, fra il 1996 ed il 2006, è stato ampiamente rinnovato con interventi di sistemazione eseguiti in almeno tre stralci, oltre a numerosi interventi minori.

Oggi esso necessita tuttavia di un parziale adeguamento (= miglioramento) in base alla vigente normativa antisismica, che è stata emessa nel gennaio 2008. Il progetto andrà consegnato entro il febbraio 2014, ed è oggetto di un finanziamento specifico del Ministero. Per questo progetto, lo studio Zanoli si avvarrà anche della consulenza della società di ingegneria Cooprogetti soc. coop. di Pordenone, con cui collabora da tempo.

 

PARTECIPAZIONE ALLA COMMISSIONE PER LA QUALITA’ ARCHITETTONICA E DEL PAESAGGIO DEL COMUNE DI MEDOLLA

agosto 18, 2013GaetanoNews

A partire dal 9 luglio 2013 l’ing.Gaetano Zanoli è subentrato a far parte della Commissione Qualità Architettonica e Paesaggio del Comune di Medolla come membro permanente.   Così, dopo le Commissioni di Novi e di Modena, continua l’esperienza sul fronte della valutazione dei progetti edilizi ed urbanistici e del loro inserimento nel paesaggio, ma con un motivo di interesse in più.

Infatti, il momento che sta attraversando il nostro territorio e la peculiare posizione del Comune di Medolla, purtroppo nel cuore del cratere sismico del maggio 2012, fanno della Commissione Qualità un osservatorio privilegiato sulle modalità della ricostruzione che sta maturando proprio in questi mesi.

In particolare, i lavori della Commissione mettono in luce la difficile scelta, spesso non scindibile da compromessi fra le esigenze dei privati ed interesse pubblico, fra i possibili approcci alternativi di metodo della ricostruzione, ovvero: riproposizione dei modelli tipologici e dei caratteri architettonico-costruttivi della tradizione ? oppure inserimento di nuovi linguaggi architettonici, con tutte le soluzioni ibride ed intermedie che possono trovare luogo ?

Tenendo presente gli indirizzi che la Regione ha dato con la Legge n°16 del dicembre 2012, incentrati sulla difesa ad oltranza dei valori storico-architettonici e paesaggistici comuni, non è difficile immaginare il difficile equilibrio che ci si trova a dover perseguire fra la riproposizione di un passato da non dimenticare e la difficile ricerca di nuove proposte in armonia con il paesaggio della bassa emiliana.

PARTECIPAZIONE AL CORSO “SISMA 2012 – INTERVENTI PER LA RICOSTRUZIONE” A BOLOGNA

agosto 18, 2013GaetanoNews

 

Si è concluso a Bologna il 2 agosto 2013 il secondo corso di 40 ore sul tema “Sisma 2012 – Interventi per la ricostruzione” organizzato dalla Regione Emilia-Romagna per promuovere una migliore conoscenza della teoria e delle tecniche per il consolidamento sismico, la riparazione dei danni e la ricostruzione secondo le norme antisimiche vigenti. Lo studio Zanoli ha partecipato, nella convinzione che quanto appreso ed applicato in questo primo anno post-terremoto debba essere sempre più sistematizzato e fissato in corrette pratiche di progettazione e di intervento, sia perché la ricostruzione è di fatto appena cominciata sia perché nel futuro il settore edile non potrà fare più a meno di quanto imparato da questa drammatica circostanza, nell’ambito di un rilancio del processo di riqualificazione globale del patrimonio edilizio esistente.

PER IL DOPO SISMA, A CARPI QUALCOSA SI MUOVE

maggio 21, 2013GaetanoNews

PER I PRIVATI LO STUDIO ZANOLI PRIMO A RICEVERE L’OK DAL COMUNE DI CARPI PER INCASSARE
I CONTRIBUTI DI ERRANI

E’ una piccola grande soddisfazione per lo studio tecnico di Gaetano Zanoli e per i suoi collaboratori il fatto di essere stati i primi ad avere l’approvazione del Comune per il pagamento del primo “stato di avanzamento lavori “ coi contributi pubblici per la ricostruzione, cioè la cosiddetta “cambiale Errani”.  La prima tranche di contributo vale circa 24.000 euro, per un cantiere relativo ad una casa a due alloggi a S.Marino di Carpi, classificata con esito “B” dalla scheda Aedes. Il messaggio di posta elettronica certificata che permette alla Banca (in questo caso Unicredit) di erogare i soldi il prossimo 10 giugno è arrivato venerdì  3 maggio. Al di là della piacevole notizia, è  finalmente possibile iniziare a capire i tempi del complesso meccanismo messo in piedi dalla Regione. Tenendo conto che l’inoltro telematico del progetto è avvenuto il 21 dicembre 2012, e che l’assegnazione del contributo per circa 64.000 euro era arrivata il 20 marzo 2013, possiamo dire che in questo caso il proprietario dell’immobile ha dovuto attendere 3 mesi per la risposta e circa 5 mesi per  avere la sicurezza dell’inizio dei pagamenti.

INAUGURATA LA NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE DI NOVI

dicembre 10, 2012GaetanoNews

Dopo 16 mesi di lavoro, è stata inaugurata ieri 9 dicembre la nuova palestra scolastica e polivalente del Comune di Novi di Modena, ubicata in via Martiri della Libertà, unitamente alle nuove scuole progettate dopo il terremoto.
In una mattinata luminosa, la cerimonia ha visto una grande partecipazione della popolazione del capoluogo, e dopo i disastrosi eventi sismici del maggio scorso ha assunto il sapore e la commozione di un giorno di festa che finalmente proietta in una dimensione di riscatto e ricostruzione un paese falcidiato e colpito particolarmente nel suo centro storico.
Siamo molto orgogliosi di aver fatto parte del team tecnico di progettazione e realizzazione della palestra, dopo aver vinto il Bando pubblico per la progettazione esecutiva e la direzione lavori in associazione col Centro Cooperativo di Progettazione di Reggio Emilia (Archh.Malaguzzi e Termanini, ingg.Rombi e Bedogni).
Lo studio Zanoli ha collaborato prima alla progettazione, perfezionando il progetto iniziale che era alla base del Bando, e poi – in fase di cantiere – si è occupato del coordinamento della sicurezza. Per questo punto in particolare si è avvalso, soprattutto nelle fasi iniziali di costruzione, del costruttivo rapporto instaurato con l’AUSL, Ufficio prevenzione e sicurezza cantieri di Carpi, approfondendo in special modo le tematiche della sicurezza dei lavoratori nei confronti del rischio di caduta dall’alto durante la posa e l’assemblaggio in opera delle grandi capriate in legno e della grande copertura curva in legno e metallo.
Ringraziamo le imprese CLS ed ACEA di Mirandola che hanno prestato con diligenza e correttezza di metodo la loro esperienza nella realizzazione in sicurezza dell’opera.
Il terremoto  ha di fatto “collaudato” positivamente il fabbricato, che a fine maggio era già eretto nelle sue componenti strutturali principali e non ha subìto alcun danno o la benché minima lesione. Anche per questo la palestra può assurgere a simbolo di un futuro diverso ed auspicabile, dove gli edifici – e massimamente quelli pubblici – dovranno essere progettati per resistere al sisma anche nei nostri territori ove tradizionalmente, ma erratamente, si pensava di non essere soggetti a tale rischio.
La palestra, inoltre, è un edificio energeticamente virtuoso, raggiungendo la Classe A e la pressoché completa autonomia energetica. Per i dati di dettaglio sull’isolamento termico dell’involucro, sugli impianti di energia alternativa geotermico e fotovoltaico, sui costi e sulle dimensioni, si può scaricare la brochure da questo stesso sito (vedi “Progetti/ Lavori pubblici”).

Terremoto Emilia Romagna 3

novembre 2, 2012GaetanoNews

Un periodo straordinario di impegno, di partecipazione, di sofferenza e di lavoro, quello seguìto al terremoto del 20 e 29 maggio e che tuttora continua per noi ed i nostri Clienti. Lo studio Zanoli, nei mesi di giugno, luglio, agosto, settembre ed ottobre ha eseguito sopralluoghi, prestato consulenze, esaminato danni, impostato progetti di restauro e di miglioramento antisismico per almeno 18 condominii, 11 negozi o attività commerciali, 31 capannoni, 5 filiali bancarie, 103 alloggi e abitazioni private, 4 ville storiche  o edifici di interesse culturale. Sono state rilasciate finora 68 fra relazioni tecniche, constatazioni di inagibilità, relazioni per contributi, certificazioni di agibilità sismica, e molte altre sono in corso di preparazione. Ad oggi sono stati avviati progetti per 15 capannoni e 30 case , ed altri saranno avviati nei prossimi mesi, tenendo conto anche che – in base alle Ordinanze emesse dal commissario Errani – le prossime scadenze da rispettare saranno al 30 novembre , per le domande di contributo da inviare telematicamente per i fabbricati temporaneamente o parzialmente inagibili (esito B e C delle schede AeDes), al 30 marzo per i fabbricati inagibili ma ripristinabili (esito E)  ed al 15 maggio per i capannoni. Per chi non ha avuto il sopralluogo ufficiale con il rilascio di scheda AeDes, è possibile depositare una nuova richiesta di sopralluogo previa stesura di una perizia asseverata da parte del tecnico, seppure l’esito sia nelle mani degli Enti preposti. E’ ancora in attesa di una risposta, invece, la verifica di assoggettabilità ad adeguamento sismico al 60% dei capannoni non danneggiati, in funzione dell’accelerazione sismica avuta realmente sul sito,  dipendendo dalla risposta che una commissione nominata di recente con Ordinanza n°57 dovrà dare sulla metodologia da seguire.

Terremoto in Emilia Romagna 2

novembre 2, 2012GaetanoNews

Perché una scelta di particolare gemellaggio del nostro Studio con la società di ingegneria Cooprogetti di Pordenone e con lo studio Archest di Udine ? Subito dopo il primo mese di sopralluoghi ininterrotti, nel tirare le prime somme, e nel continuo confronto con colleghi e collaboratori abituali, ci siamo  resi conto che per affrontare il compito di fornire un servizio reale e qualificato non ci si poteva illudere, nel nostro territorio (il cosiddetto “cratere”), di fare da soli. Tutte le forze tecnico/professionali del territorio, che fossero in grado o volessero occuparsi di edifici terremotati, erano impegnate fortemente, e di un aiuto dall’esterno non si poteva fare completamente a meno. Ma non solo. Mancava anche l’abitudine a confrontarsi con queste tematiche post-sisma, per molti ingegneri ed architetti emiliani, e con l’umiltà che deve caratterizzare a nostro avviso ogni buon professionista che voglia affrontare il suo compito con serietà – e senza la faciloneria che purtroppo abbiamo visto in alcuni  – vi erano due cose da fare: un veloce ma intenso aggiornamento fatto di studio, di convegni, di scambio informazioni, da una parte, e forti alleanze tecniche, dall’altra. Abbiamo pensato principalmente al Friuli perché a nostro avviso quella regione unisce la concretezza e la serietà del nord-est alla esperienza ultratrentennale in fatto di gestione delle norme antisismiche: il terremoto del Friuli è del 1976, ed ancora ricordiamo le drammatiche immagini che giungevano da Gemona e dintorni.

I fatti ci stanno dando ragione, perché una alleanza di questo tipo sta iniziando a dare i suoi frutti, nell’interesse principalmente dei nostri Clienti. Ma ringraziamo anche lo studio dell’ing.Roberto Marchesini di Parma, che essendo un po’ più lontano dagli epicentri del sisma, ha avuto la possibilità di affiancarci in alcuni lavori, e ringraziamo anche i nostri collaboratori strutturisti abituali quali l’ing.Sara Salvatore, l’ing.Filippo De Schryver, l’ing.Giancarlo La Rocca.

Lo Studio Zanoli contro il terremoto: un’alleanza strategica con ingegneri friulani

luglio 15, 2012GaetanoNews

Dopo il primo mese di intenso lavoro dedicato ai numerosi sopralluoghi di verifica degli immobili, lo Studio si è attrezzato per adempiere agli impegni a sostegno di privati che necessitino di assistenza tecnica, ovvero:
-    Relazioni tecniche per le abitazioni ed i condominii
-    Relazioni tecniche per le attività produttive e commerciali inserite nel tessuto edilizio
-    Segnalazioni di inagibilità ai Comuni
-    Opere di ripristino e consolidamento e relative revoche dell’inagibilità
-    Certificazioni di agibilità sismica per capannoni prefabbricati (art.3 commi 7-8-9 D.L. 74/2012)
-    Progetti di riparazione e/o di miglioramento sismico e relative pratiche
-    Preparazione documentazione per domande di contributi economici
Rendendosi conto della dimensione del problema e delle tante richieste, nonché del già alto carico di lavoro sui collaboratori abituali, lo Studio ha attivato alleanze strategiche con società di ingegneria esterne, per cui è in grado di fornire tutto quanto serve – compresi i lavori con imprese di fiducia “chiavi in mano” – per quanto riguarda in particolare:

a)    Capannoni produttivi e prefabbricati, necessitanti di C.A.S. (certificazione agibilità sismica)  sia provvisoria previa verifica ed integrazione dei corretti collegamenti fra elementi costruttivi, sia definitiva col calcolo di verifica sismica relativa al 60% del grado di sicurezza richiesto ai fabbricati nuovi.
Per tale obiettivo, lo Studio ha iniziato una collaborazione con un importante gruppo progettuale di Pordenone, recante l’esperienza ultratrentennale del Friuli in tema di interventi antisismici.
b)    Edifici di valore storico-artistico e vincolati dal PRG o dalla Soprintendenza, per tenere conto delle particolari modalità di intervento richieste in questi delicati casi.

Seminario a Bologna organizzato da Aghape sul tema della riqualificazione energetica dell’esistente

maggio 28, 2012adminNews

Abbiamo partecipato al convegno di AGHAPE del 17 maggio a Bologna, incentrato sulla riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Di ritorno da questo seminario, ci sentiamo di riportare soprattutto una riflessione. Limitandoci a trarre alcuni indicazioni di tipo strategico, e senza addentrarci negli approfondimenti sulle tecniche di riqualificazione/ristrutturazione, è molto interessante quanto si è dedotto dall’analisi congiunta dei prossimi scenari normativi e dell’andamento degli interventi finalizzati alla detrazione IRPEF del 55% a tutto il 2010. Read more →

Il terremoto che non ti aspetti

maggio 21, 2012adminNews

Non credo che ci sia niente da aggiungere a quanto stiamo vivendo e vedendo di persona, per il drammatico evento sismico che ha scosso la nostra zona e soprattutto la bassa modenese-ferrarese. Read more →

Progetto di due case abbinate nell’ambito della ricerca “low-cost & low-energy”

maggio 7, 2012adminNews

In questi ultimi giorni abbiamo dato inizio ufficialmente alla fase di progettazione esecutiva relativa a due case abbinate a S.Croce di Carpi. Di per sé non sarebbe una notizia particolarmente interessante (cosa sono infatti due semplici villette abbinate?), se non fosse che con questo progetto, e con il collegamento al progetto già redatto di altre due case abbinate a Budrione, diamo veramente corso alla fase concreta e sperimentale della nostra ricerca per abitazioni “low-cost & low-energy” (basso costo e basso fabbisogno energetico). In particolare l’obiettivo del progetto è di dare al Cliente due case al minor costo possibile, ma allineate contemporaneamente ai vigenti canoni normativi del minor impatto energetico possibile.

Read more →

Gli studenti delle scuole medie di Novi in visita alla nuova palestra in costruzione

maggio 5, 2012adminNews

Nella mattina di sabato 5 Maggio 2012 si è svolta una visita guidata degli alunni della scuola media presso la nuova palestra scolastica, tuttora in costruzione in via Martiri della Libertà, che servirà – oltre alle stesse scuole medie – anche le adiacenti scuole elementari. Read more →

Green Social Festival a Bologna

maggio 3, 2012adminNews

All’interno della terza edizione del Green Social Festival, che si è tenuto oggi a Bologna, abbiamo partecipato al Seminario dedicato ad un tema quanto più attuale e complesso : il Social Housing. Nell’attuale situazione di completa stasi del mercato edilizio, l’unico settore che esprime tuttora una grossa domanda, coincidente con fabbisogno di case a basso costo, è proprio il settore della abitazioni a scopo sociale. Alcuni consulenti ed aziende hanno mostrato i loro prodotti, funzionali ed economici, che hanno la capacità di adattarsi ai principi progettuali degli interventi di Housing sociale (case finanziate a vario titolo dal soggetto pubblico, a basso costo per le famiglie che non sono in grado di provvedere autonomamente sul mercato privato, e case per l’affitto).

Read more →


Notice: Undefined variable: show_secondary in /var/www/clients/client13/web36/web/wp-content/themes/cruz/footer.php on line 22